a

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer. Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auctornisi elit consequat ipsum.

Working Hours

Monday > Friday: 5am > 5pm
Saturday: 9am > 1pm
Sunday: Closed
Latest News
Nicola Benincasa > Acquisizione Clienti  > 5 ERRORI COMUNI COMMESSI DALLE AZIENDE RIGUARDO AL MARKETING STRATEGICO
5 errori comuni di marketing strategico

5 ERRORI COMUNI COMMESSI DALLE AZIENDE RIGUARDO AL MARKETING STRATEGICO

Marketing strategico, un parolone per esprimere un concetto semplice: vendere. Il marketing è vendita. Marketing strategico significa avere ritorni misurabili e reali delle operazioni messe in campo.

Sei un imprenditore e la tua azienda dopo un buon periodo iniziale non riesce più a crescere? Oppure dopo anni di vacche grasse, oggi stai attraversando un periodo non felicissimo? O magari sei all’inizio della tua attività e ti spaventa l’idea che non sai quanti clienti riuscirai a raggiungere.

Nessuna paura. Molto probabilmente stai commettendo errori da un punto di vista di marketing strategico a tua totale insaputa. La buona notizia è che ora che ne sei al corrente puoi correggere il tiro e continuare a navigare in acque tranquille.

Controlla questa lista e se commetti uno o più di questi errori comincia da subito a prendervi rimedio.

5 ERRORI COMUNI DI MARKETING STRATEGICO CHE MOLTI IMPRENDITORI STANNO COMPIENDO OGGI.

Vediamo ora quali sono questi errori comuni e come sia possibile rimediare da subito senza investimenti onerosi.

1) NON AVERE UN DATABASE DEI TUOI CLIENTI

Ogni azienda o negozio si affanna alla ricerca costante di nuovi clienti. Che è cosa buona e giusta se organizzata e controllata. Ma se al contrario è figlia dell’improvvisazione vi accorgerete che la vostra acquisizione clienti produce più costi che ricavi.

Partite da un altro punto e domandatevi: ho un database di coloro che hanno già acquistato da me?

Ecco: il primo errore è anche il più semplice da correggere. Dovete assolutamente avere un database. Dovete rimanere in contatto con i vostri clienti. Sembra banale? Chiedete in giro. Vedrete quanti vostri colleghi non sanno neanche di che cosa stiamo parlando.

E molto spesso anche chi possiede un database non lo utilizza. Aspetta sull’uscio di bottega che si palesi il prossimo cliente e che si suicidi (compri spontaneamente da te).

Probabilmente vi sarete accorti che questa non è una strategia e che tantomeno funziona.

Primo errore da correggere parlando di marketing strategico è: DEVO AVERE UN DATABASE CLIENTI.

APRO PARENTESI

Dotatevi di un buon CRM e gestite in maniera professionale i vostri contatti. Scoprirete un tesoro nascosto che giace nel vostro negozio o azienda.

CHIUSA PARENTESI

Diciamo che il primo errore, arrivati a questo punto, lo abbiamo sistemato. Vediamo il secondo:

2) NON SEGMENTARE IL DATABASE

Ok ora ho il database. Oppure l’ho sempre avuto ma l’ho tenuto in garage vicina alla tenda da campeggio di quando avevo 20 anni. Il secondo errore di marketing strategico è quello di non segmentare il tuo database.

Che cosa significa “segmentare” il database?

Significa che i tuoi clienti non sono tutti uguali. Qualcuno compra più spesso di altri. Qualcuno non compra più affatto. E tutte queste persone hanno bisogni e sono sensibili a stimoli differenti. Quindi devi attivare campagne diverse a seconda della tipologia di cliente.

Comunque devi rimanere in costante contatto con il tuo database.

Altrimenti i soldi che investi nelle campagne a chi sono destinati?

È chiaro quanto sia importante il tuo database clienti? Se sì vediamo ora il terzo errore più comune.

3) LAVORARE NELL’AZIENDA INVECE SULL’AZIENDA

Parlo a te imprenditore. La mattina apri e la sera chiudi? Ti occupi di gestire i clienti, parlare con le banche, organizzare la logistica, pensare alla produzione? In pratica tutto deve passare da te?

Allora stai lavorando nell’azienda. Il che significa che sì sei il titolare ma pensi come un operaio specializzato.

Dovresti delegare tutto ciò che non è marketing e vendita.

Il tuo compito dovrebbe essere quello, e solamente quello, di portare clienti nella tua azienda.

Questo significa lavorare sull’azienda. Devi liberare il tuo tempo.

In un altro post ho parlato di come ottimizzare le riunioni aziendali. Puoi trovarlo qua.

Il tempo è la tua risorsa più tempo. Devi smettere di agire come se il tempo fosse infinito e i soldi finiti. È esattamente il contrario. Questo è pensiero strategico. E come avrai capito è alla base del marketing strategico.

Punto quattro:

4) NON RIATTIVARE CLIENTI PERSI

Noi italiani siamo un popolo di disfattisti e pessimisti. Sarà forse per questo motivo che quando un’azienda perde un cliente si immagina che sarà per sempre.

Non è così. Se cominci a pensare in modo strategico anziché tattico ti accorgerai di quanto business stai perdendo.

Riattiva con campagne ad hoc i clienti che hanno smesso di comprare da te. Domanda loro perché. Ti potresti accorgere che hai un problema in azienda che in questo momento ti sfugge. Correggilo e vai avanti.

È davvero fondamentale.

Ci stiamo avviando alla conclusione. Prima di vedere l’ultimo punto vorrei che fosse chiaro come grazie al marketing strategico sia possibile recuperare soldi dove neanche immagini che possano essere.

5) NON COMPRENDERE CHE IL MARKETING È L’UNICA COSA CHE CONTA

Non esiste azienda senza marketing. Nessuna crescita senza marketing. Niente. Sono finiti da un pezzo gli anni ’70 e ’80. Non basta più aprire un’azienda.

Aprire è la parte facile. Il marketing strategico porta clienti nella tua azienda.

E tu in prima persona dovresti occuparti del marketing. Non il figlio di tua cugina.

TU.

Vuoi saperne di più?

Ho scritto un ebook. Sono 10 strategie che puoi applicare da subito nella tua azienda per mettere il turbo al tuo business. Senza investimenti.

Ora, cone le tue sole forze.

Se ti interessa lo trovi qua.

La crescita dei tuoi fatturati comincia qua.

Nicola.

 

 

 

 

 

Nicola Benincasa
Pisa

nicola@nicolabenincasa.com

Consulente di marketing ed esperto di acquisizione clienti. Aiuto piccole, medie imprese e liberi professionisti ad aumentare i loro margini e i loro fatturati con il marketing. Volo in rete e volo in aria nel tempo libero con il mio kite!

Comments:

Leave a reply